Alla scoperta delle eccellenze umbre: l’olio d’oliva 

  • Autore: lilli silvana
  • 24 nov, 2017
olio d'oliva versato su una fetta di pane

La fisionomia contorta e nodosa degli ulivi si staglia con fierezza sull'orizzonte della campagna umbra. Le loro fronde verde-argento sono da secoli e secoli parte integrante del paesaggio: scommettiamo che ne ve innamorerete al primo sguardo?

Sebbene tutta la regione sia segnata dalla presenza dell’olivo, l’area che va da Assisi a Spoleto ne è particolarmente ricca: per questo è stata denominata “Fascia Olivata”. Una zona preziosa non solo per le sue piante millenarie, ma anche per i tesori storici e artistici che custodisce: i trentacinque chilometri di olivi che compongono questa fascia attraversano infatti 6 diversi comuni: Spoleto, Trevi, Assisi, Spello, Foligno e Campello sul Clitunno. Spesso poco conosciuti, ma ricchi in realtà di sorprese architettoniche… e culinarie!

Protagonisti indiscussi del paesaggio umbro, gli olivi e l’olio che nasce da essi sono diventati ormai un vero e proprio patrimonio regionale che esportiamo con orgoglio a livello nazionale e non solo. Un tesoro tutto da scoprire: cosa aspettate a venire a trovarci?

Regala una bottiglia di olio dal gusto unico

Per apprezzare fino in fondo un prodotto speciale come l’olio d’oliva, occorre conoscere qualcosa in più di questo condimento tipico italiano. Per esempio, che la qualità dell’olio è sempre fortemente influenzata dall’andamento delle condizioni climatiche. Le escursioni termiche, tipiche durante i mesi di settembre e ottobre, stimolano le piante ad accumulare sostanze fenoliche in grado di proteggere l’olio presente nelle cellule della polpa dal deterioramento. È proprio grazie ai fenoli che riusciamo a riconoscere organoletticamente le note amare e piccante tipiche dell’olio umbro.

Non solo: in quanto pianta secolare, l’ulivo nasce e cresce in simbiosi con l’ambiente circostante, diventando così “unico” nel suo genere. Per questo anche variazioni minime del microclima comportano una variazione nella qualità dell’olio ottenuto: si potrebbe quasi dire che l’olio prodotto da un olivo non è mai uguale. Può variare leggermente da un raccolto all'altro, creando sfumature di gusto uniche: per questo ogni bottiglia è un regalo unico e prezioso, per te o per i tuoi amici. Scopri le nostre confezioni d'olio da regalo!

L'olio umbro, biologico e naturale, sulla tua tavola

Denso e brillante, di colore giallo con qua e là riflessi verde smeraldo, l'olio umbro si distingue per il suo gusto deciso ma armonico, per le sue sfumature fruttate e per un tipico retrogusto piccante. Un vero piacere per il palato, da gustare in famiglia o per stupire i tuoi ospiti. A tavola, accompagnatelo a zuppe di legumi e secondi di carne, o per insaporire in modo inaspettato insalate e bruschette. Ricordate che l’olio non è solo un condimento: è anche un prezioso (e gustoso!) alleato per la vostra salute. Naturalmente ricco di vitamine e antiossidanti, contrasta i radicali liberi e quindi l’invecchiamento.  

L'agriturismo La Panoramica, immerso nel verde delle colline di Assisi, è orgoglioso di proporre ai suoi clienti e visitatori l’olio DOP di propria produzione, rigorosamente prodotto solo con olive umbre a km 0. Biologico, perché realizzato nel pieno rispetto dell’ambiente, utilizzando solo prodotti naturali. La sua bontà sopraffina nasce anche da questo: dall'essere frutto del nostro amore genuino per la natura, rispettoso dei suoi tempi e delle sue regole.

Autore: lilli silvana 24 nov, 2017

Unica regione peninsulare a non essere bagnata dal mare, l’Umbria ha un territorio prevalentemente collinare che è particolarmente favorevole alla coltivazione di uva adatta alla vinificazione.  Qui, infatti, la tradizione vinicola affonda le sue radici in un passato antichissimo: furono addirittura gli Etruschi i primi ad avviarla e le tecniche di lavorazione e produzione del vino sono rimaste pressoché inalterate da allora. Un passato importante di cui andiamo ancora oggi molto fieri!

Da est a ovest, da nord a sud, tutta la regione è caratterizzata da un saliscendi di colli e pendii, disseminati di ordinati filari di vigneti. Un paesaggio da gustare con gli occhi!

Autore: lilli silvana 24 nov, 2017

Basta guardare qualche fotografia dei paesaggi umbri per capire come mai questa regione è soprannominata “cuore verde dell’Italia”. Incastonata al centro della nostra penisola, l’Umbria è un luogo magico dove la natura più autentica incontra l’arte e la storia più antica. Una combinazione che affascina da secoli pellegrini e viaggiatori di ogni tipo e, ci scommettiamo, affascinerà anche voi. Uno dei modi migliori per scoprire e conoscere a fondo questa regione, è sicuramente il trekking. Tantissimi gli itinerari a disposizione, di ogni livello e difficoltà: non vi resta che sceglierne uno e mettervi in cammino.

Autore: lilli silvana 24 nov, 2017

La fisionomia contorta e nodosa degli ulivi si staglia con fierezza sull'orizzonte della campagna umbra. Le loro fronde verde-argento sono da secoli e secoli parte integrante del paesaggio: scommettiamo che ne ve innamorerete al primo sguardo?

Sebbene tutta la regione sia segnata dalla presenza dell’olivo, l’area che va da Assisi a Spoleto ne è particolarmente ricca: per questo è stata denominata “Fascia Olivata”. Una zona preziosa non solo per le sue piante millenarie, ma anche per i tesori storici e artistici che custodisce: i trentacinque chilometri di olivi che compongono questa fascia attraversano infatti 6 diversi comuni: Spoleto, Trevi, Assisi, Spello, Foligno e Campello sul Clitunno. Spesso poco conosciuti, ma ricchi in realtà di sorprese architettoniche… e culinarie!

Protagonisti indiscussi del paesaggio umbro, gli olivi e l’olio che nasce da essi sono diventati ormai un vero e proprio patrimonio regionale che esportiamo con orgoglio a livello nazionale e non solo. Un tesoro tutto da scoprire: cosa aspettate a venire a trovarci?

Share by: